"



Piano Transizione 4.0

 

PIANO TRANSIZIONE 4.0 

 

digital innovation

 

PIANO NAZIONALE TRANSIZIONE 4.0

 

L’espressione Industria 4.0 è collegata alla cosiddetta “quarta rivoluzione industriale” caratterizzata dall’impiego sempre più diffuso di analisi complesse su dati e informazioni scambiati tra sistemi fisici e digitali che consentono adattamenti produttivi in real-time resi possibili dall’utilizzo di macchine intelligenti, interconnesse e collegate ad internet.

 

L’introduzione dell’innovazione tecnologia non è fine a sé stessa ma serve per:

 

 - Ottimizzare e flessibilizzare i processi produttivi;

 - Gestione integrata della logistica in rete e interoperabilità dei sistemi informativi;

 - Supportare i processi di rinnovamento industriale;

 - Favorire la collaborazione produttiva tra imprese attraverso tecniche avanzate di pianificazione distribuita;

 

L'innovazione digitale consiste in macchine interconnesse fra loro, capaci di individuare i punti critici, nel processo aziendale, e di risoluzione delle problematiche all'interno del processo di innovazione aziendale.

 

La Manovra del 2021 proroga fino al 31 dicembre 2022 le misure del Piano Transizione 4.0, come indicato sul sito del Mise

 

 - Credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali;

 - Bonus per ricerca e sviluppo;

 - Credito d'imposta per la formazione 4.0;

 

La Prassi Napoli, aiuta le imprese nel processo di innovazione, secondo lo schema ISO 56002, attraverso un design di valutazione e metriche prestazionali, che condurranno ad individuare infrastrutture, metodi, strumenti e sistemi necessari per la gestione dell'innovazione.

 

L'analisi dei dati raccolti, fornirà i punti di forza e debolezza nel Sistema di Gestione dell'Innovazione, creando le basi per le azioni correttive di miglioramento.

 

I punti cardine sono: 

 

 - Strategia di innovazione;

 - Cultura dell'innovazione;

 - Processo di innovazione;

 - Supporto all'innovazione;

 - Risultati;